Per offrirvi una migliore esperienza di navigazione il nostro sito utilizza dei cookies di tipo tecnico che non contengono informazioni personali o che possono identificare l'utente.
Se non intendete acconsentire all'uso dei cookie potete disabilitarne l'uso per questo sito. Alcune pagine potrebbero contenere plugin o collegamenti a siti esterni che contengono cookie
di profilazione su cui non abbiamo controllo. Per maggiori informazioni consultate l'informativa della privacy nell'apposita sezione.
Cliccate qui per chiudere permamentemente questo avviso

Istituto Comprensivo di Albino (BG)

L'indirizzo musicale

Istituto Comprensivo di Albino BG PON Fondi Strutturali Europei

L'indirizzo musicale

Creata il 17-02-2017 alle 05:17 da segreteria

musica1.jpg

 

INDIRIZZO MUSICALE

 

COS'E' L'INDIRIZZO MUSICALE: LA STORIA NAZIONALE

 L’insegnamento dello strumento nella scuola media muove i primi passi verso la fine degli anni ’70 in alcune ristrette aree geografiche, concentrando le primissime esperienze in scuole di Roma e Milano.
Nel 1979 il Ministero emana un decreto con il quale istituisce la sperimentazione dell’insegnamento di strumenti musicali nelle scuole medie.
Gli anni ’80 vedono una progressiva diffusione dell’indirizzo musicale anche se, come spesso avviene nella scuola, in modo disorganico dal punto di vista dell’offerta formativa, ma ancor più da quello geografico e territoriale; ciò ha comportato una vistosa disomogeneità nella diffusione delle scuole ad indirizzo musicale, tanto che, a tutt’oggi, troviamo province con 40 scuole dov’è attivato lo studio dello strumento e province che non hanno nessuna di queste scuole.
Con le circolari 116 e 209, rispettivamente del ’94 e del’96, si ridefiniscono alcuni importanti parametri dell’indirizzo musicale: le tipologie delle famiglie strumentali, la formazione delle classi (fino ad ora il corso doveva essere “unitario”), le modalità di reclutamento dei docenti (che dovranno avere sia competenze artistiche che didattiche).
bullet    

Infine con il D.M. 146 del 2000 l’insegnamento dello strumento viene ricondotto ad “ordinamento”, perdendo il carattere di sperimentazione e divenendo così materia curricolare a tutti gli effetti. Ogni scuola non potrà avere attivato l’insegnamento di più di 4 specialità strumentali; l’accesso all’insegnamento dello strumento viene regolamentato come per qualsiasi altra materia, tramite concorsi a cattedra dopo il conseguimento della relativa abilitazione. La competenza per l’attivazione di nuove scuole passa dal Ministero agli Uffici regionali.
bullet    

In provincia di Bergamo l’evoluzione dell’indirizzo musicale è divisa in due momenti: 5 scuole, negli anni ’90 ottengono l’istituzione delle relative cattedre dal Ministero; altre 5 scuole, tra cui il nostro Istituto Comprensivo, a partire dall’a.s. 2000/2001 ottengono l’attivazione dell’indirizzo musicale sotto forma di progetto attivato dal Provveditorato. Due mesi fa, a conclusione del ciclo triennale degli studi, l’Ufficio scolastico regionale ha istituzionalizzato l’esistenza di queste cattedre inquadrandole nell’organico di diritto delle varie scuole.

 
COME E' ORGANIZZATO L'INDIRIZZO MUSICALE PRESSO IL NOSTRO ISTITUTO

Presso il nostro Istituto è istituito un corso ad indirizzo strumentale basato sull’insegnamento delle 4 seguenti specialità strumentali: pianoforte, chitarra, clarinetto/sax e flauto traverso. In verità parlare di ”corso” è improprio in quanto da noi non è istituito un “corso unitario”, ma l’offerta formativa dello studio dello strumento avviene “a pioggia” su tutti i corsi delle tre sedi di Albino, Desenzano ed Abbazia; le lezioni si svolgono ad Abbazia per gli alunni che frequentano questa scuola, ad Albino  per gli alunni che frequentano la sede centrale e Desenzano.

 Gli alunni usufruiscono di una lezione individuale per ciò che riguarda la pratica strumentale corrispondente a 50 min. individuali per ogni settimana.

Tutti gli alunni inoltre effettuano 1h,30 min. settimanale di musica d’insieme.

Nel corso dell’a.s., oltre ai gruppi di musica d’insieme strutturati per livello-classe si è costituita un’ orchestra denominata “Chitarrissima” composta dai chitarristi delle classi 2^ e 3^,  per totale di 19 elementi;

All’interno delle varie classi di strumento si è naturalmente dato vita ad una decina di  piccoli ensembles cameristici, dal duo fino al sestetto.

La richiesta dello studio di uno strumento permane, sul territorio, relativamente elevata, anche in considerazione del fatto che sullo stesso operano più agenzie od istituzioni che si occupano di diffondere cultura musicale.

Per il primo anno di attivazione del corso (2000/01) abbiamo avuto una richiesta da parte di 78 alunni; negli anni successivi la richiesta si è attestata su 45  domande.

Durante i mesi di febbraio e marzo vengono somministrati i test attitudinali ai futuri alunni delle classi 1^, in due momenti distinti: ad una prima parte scritta è seguito un colloquio individuale mirante a verificare l’effettiva motivazione allo studio dello strumento da parte di ciascun alunno.

Nel corso dell'ultimo triennio abbiamo avuto una dispersione scolastica relativa allo studio dello strumento del 6 % dovuta in larga misura ad una bassa motivazione allo studio ed in parte (2 casi) al trasferimento ad altra scuola.

 

I DOCENTI

  • classe di flauto traverso: ins. Vecchi Nadia
  • classe di clarinetto-sax: ins. Bertasa Damiano
  • classe di pianoforte :ins. Rinaldi Paolo
  • classe di chitarra: Remigi Marcello

 

A.S.2016-2017

 concerto natale.jpg

 A.S.2015-2016

 

concerto 17.12.jpg

 

 

 

 A.S.2014-2015

 loc natale 2014.jpg

   

A.S.2013-2014

  concerto 20.05.jpg     concerto di natale 2013.jpg

  

 A.S.2012-2013

 

 saggio musicale 2013.jpg

 

  A.S.2011-2012

 saggio musicale fine anno 2012.jpg

 

 RICONOSCIMENTI A.S.2010-2011

 

Concorso Musicale Cene: classifica 

 

RICONOSCIMENTI A.S.2008-2009

2^ CLASSIFICATI al "XIV concorso musicale nazionale città di Castiglione delle Stiviere"

1^ CLASSIFICATI al "XI concorso musicale per alunni di scuola media -Cene -BG-"

  

[torna in alto]

Codice XHTML 1.0 Strict valido Codice CSS2 valido Conforme allo standard di accessibilitàWCAG 2.0 (Level AA) Soddisfa i nuovi adempimenti del Decreto legislativo n.33/2013